Lei, la principessa Kutuzovo-Smolenskaja, ama lui, che, purtroppo per lei, è il più amato poeta di tutte le Russie; lui sposa un’altra, lei continua ad amare lui, non senza un certo astio: sistematevi con la vostra bella moglie in una casetta in campagna, la sera fate visita alle ziette per una partita a carte. Il vostro futuro appartiene solo a moglie e figli. Che sono auguri piuttosto velenosetti se rivolti a un artista come Puskin.

In appendice, una presa in giro da parte di Daniil Charms.

(intorno al) 15 Maggio 1830, Elisa Chitrovo scrive ad Aleksandr Puškin

da | Carteggi

Volendo solidarizzare con la stizzita e desolata principessa, o anche solo per divertirci alle spalle del grande poeta, aggiungiamo di seguito una pagina di Daniil Charms. Questo originalissimo e misconosciuto scrittore russo ci regala una delle sue fulminanti scene giocando proprio con Puskin (e Gogol).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *