Incidenti nei pressi di R.M. – pag.104

da

Vai alla copertina
È una bella festa. Può un editor essere abbastanza sbronzo da sciogliere la parlantina e il segreto professionale?

Personaggi: in particolare, il concreto responsabile del successo di R.M.

Io faccio l’editor in cheap, volevo dire, in chief, da vent’anni e da più di dieci non leggo una riga. Per valutare i manoscritti che mi sottopongono a giudizio, prendo da ciascuno una ventina di pagine a caso e le esamino tenendole sul fianco, o anche sottosopra, in modo da indovinare il meno possibile il senso delle parole. Esamino invece la distribuzione dei caratteri, la frastagliatura degli a-capo e dei dialoghi, la lunghezza media delle parole, l’abbondanza o scarsità di maiuscole, il grado di paratassi, la pioggia delle particelle pronominali seguite da verbi con la doppia esse tipica dei congiuntivi, il rapporto pieno-vuoto tra pagine vicine, la distanza tra i… vabbe’, eccetera, non sto a spiegare tutto.
Integro questo esame con la sinossi che fornisce l’autore e un po’ anche con i fatti di cronaca del momento, i film che circolano nelle sale, le serie televisive più seguite.
Dal grado di armonia dello stile con il genere e del genere con i generali andazzi, capisco quanto mercato può avere quel libro. Senza leggere una riga di manoscritto. Ci metto mezz’ora per titolo. Salute.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *